Top

 (+39) 0532 1915969 - (+39) 0434 1855191

Google Maps NON diventa a pagamento dall'11 Giugno, vediamo cosa cambia

In questi giorni molti hanno ricevuto una email di Google che annuncia un credito di 200$ per l'utilizzo delle API di Google, nella mail viene spiegato cosa è cambiato, tranquillizziamoci: Google Maps non è diventato a pagamento!

In questi giorni sono arrivate delle email che iniziano con:
"Hi, Today we are announcing important changes, including our new name - Google Maps Platform, a simplified product structure, pay as you go pricing for all, and more. Please take a few minutes to review the announcement to familiarize yourself with the upcoming changes..."

Diciamo subito che Google sta cambiando alcune sue policy, ma non vi sta facendo pagare Google Maps o altri servizi,  come si legge nella email a Mountain View stanno modificando le loro 18 API semplificandole in tre servizi principali: Maps, Routes e Places, questo dovrebbe semplificare ricerche, utilizzo e incorporamento delle mappe nei siti.

Il tutto in un unico piano tariffario, quindi il vecchio piano Standard e Premium cessano di esistere. Con un unico piano tariffario anche chi usa gratuitamente le API di Google deve essere in qualche modo "regolarizzato", quindi viene fornito un credito mensile di 200$ "developers will receive the first $200 of monthly usage for free" nel quale rientrano la maggior parte degli utilizzi.

Del resto nella email troverete che per ogni API impostata nella console viene data una stima degli ultimi 3 mesi: "Based on your project usage over the last 3 months and our new pricing plan, we estimate that your new cost will be less than $200 a month and will be covered by our $200 monthly free credit."

Come si legge nell'annucio che trovate qua: https://mapsplatform.googleblog.com/2018/05/introducing-google-maps-platform.html
a partire dall'11 Giugno bisognerà avere una API KEY valida e un account di fatturazione per poter utilizzare il servizio, anche se non si paga nulla e si rientra nei 200$ di credito mensile fornitici generosamente da Google :)
Qualora si sfori l'utilizzo del proprio piano, questo scalerà progressivamente, ma si tratta di situazioni limite a mio parere, soprattutto per l'utilizzo che si fa di Maps nei siti web standard.

Se volete avere la certezza che non sforiate il piano potete usare il Transition Tool, strumento fornito da Google per valutare come siete messi con le vostre API:

https://mapsplatformtransition.withgoogle.com

Una volta lanciato vi chiederà di dare il permesso all'app di accedere alle info dell'account Google utilizzato e in pochi secondi avrete per ogni API KEY il responso, molto probabilmente vedrete un triangolino giallo di allerta acccanto al Project Status che vi informa che non avete ancora impostato un account di fatturazione:
"This project does not have a billing account. You will need to add billing information for this project to continue to use Google Maps Platform. The first $200 of monthly usage is free, and you can add daily usage limits and alerts in the console."
Come detto prima per poter utilizzare Google Maps servirà sia una API KEY valida che un account di fatturazione.

Cliccate sul pulante blu "Add Billing" e procedete ad attivare nella Cloud Platform i dati di fatturazione, che ripeto serviranno solo se sforerete il credito di 200$ mensili.

Quindi non preoccupiamoci e continuiamo a "mappare" con Google ;)

 

 

 


Iscriviti!

Buongiorno! Iscrivendoti alla newsletter ti terrò informato su tutti gli eventi, webinar e news legate all'IT in Italia!
Niente SPAM solo aggiornamenti mensili o comunque sporadici :)

* campi obbligatori
Privacy *